Il rituale del Layering per capelli: chi vuole una chioma di seta?

(dopo aver letto i Sette riti di bellezza giapponese, il metodo per una pelle perfetta e capelli di seta

di Elodie – Joy Jaubert)

Layering significa “sovrapposizione a strati” di trattamenti ad hoc per ottenere una chioma lucente e setosa come quella delle donne Giapponesi.

Il layering per capelli prevede cinque tappe:

 

1°Tappa – il Bagno d’Olio, un impacco da tenere in posa almeno mezz’ora prima di procedere con lo shampoo.

Ogni giorno i nostri capelli subiscono aggressioni esterne ed interne: smog, Uva e Uvb, sbalzi di temperatura, phon troppo caldi, piastre, stress… ecco perché è necessario un impacco d’olio vegetale biologico da scegliere in base al tipo di capelli.

 

  • Olio di Camelia, il preferito dalle giapponesi; dona tono e volume ai capelli secchi e fragili.

  • Olio di Noce di cocco, per capelli ricci e crespi, in grado di combattere le doppie punte.

  • Olio d’oliva che rende lucidi i capelli spenti.

 

Come si fa il bagno d’olio?

 

Basta stendere l’impacco sulla lunghezza dei capelli, avvolgerli con una pellicola trasparente da cucina e poi  in un asciugamano caldo. Il calore apre le cuticole dei capelli e così l’olio penetra in profondità.

 

2°Tappa – Il doppio Shampoo per eliminare ogni residuo d’olio.

Meglio usare dell’acqua tiepida e non superare i due lavaggi a settimana. Lo shampoo va sempre diluito con acqua; chioma e il cuoio capelluto vanno massaggiati e non strapazzati. Il prodotto va scelto in base al tipo di capello, ma ci sono anche i cosiddetti shampoo fai da te.

 

  • Ecco la ricetta dello Shampoo per capelli stanchi: due uova sbattute, due cucchiaini di miele e del succo di limone; applicate sui capelli bagnati, lasciate agire 5/10 minuti e risciacquate con acqua tiepida. Evitate l’acqua calda se non volete cuocere le uova.

 

3°Tappa – Il Balsamo per districare i nodi, da distribuire solo sulle lunghezze. Meglio optare per prodotti bio delicati o per una …

 

  • ricetta fai da te: in una scodella mettete una parte di fiocchi d’avena e sette parti d’acqua minerale, mescolate ed otterrete del latte d’avena. Eliminate i fiocchi e versate il latte sulle lunghezze. Non è necessario risciacquare.

 

4°Tappa – Il Trattamento Splendore per capelli lucidi, setosi e pieni di riflessi.

L’Ultimo risciacquo della chioma con acqua fredda serve per riattivare la microcircolazione del cuoio capelluto e chiudere le cuticole. Per rendere i capelli lucenti basta aggiungere ad una bottiglia di acqua fredda 2 o 3 tappi di aceto di mele bio e il gioco è fatto.

 

5°Tappa – L’Asciugatura e la messa in piega. È importante asciugare i capelli a testa in giù, per dare volume e ossigenare i bulbi, usando il phon a temperatura bassa.

 

Altri elisir giapponesi?

 

- l’uso del pettine in legno a denti larghi o kushi, per districare i capelli evitando di elettrizzarli

- la maschera all’olio di Camelia da applicare la sera per procedere allo shampoo la mattina successiva. Ideale per capelli secchi e spenti, protegge dai raggi uvb, dona volume e lucentezza.

I capelli sono l'ornamento più ricco delle donne. (Martin Lutero)

 October 2016 by Valeria Prisco