• Valeria Prisco

Flower Puzzles


È ora di fare spazio nel vostro closet alle Fantasie Floreali: per la delicatezza e il romanticismo dei fiori, per la possibilità di scegliere tra moltissime varietà, per la forza e l’allegria dei loro colori.

Iniziamo da alcuni pezzi basici:

  1. La camicia trasparente: un mix di peonie, gigli e viole del pensiero per un capo che sta bene quasi con tutto, dai mitici jeans ad un paio di short in denim oppure sopra una mini per un look casual. Se siete dirette in ufficio, mixatela ad un tailleur nero e accessori cipria. Sarete eleganti e sensuali.

  1. Il tubino stretch che mette l’accento sul seno: decisamente estivo e sexy l’abito a fiori senza maniche, che mette risalto la silhouette; completatelo con decollette blu, viola o fucsia e mini bag floreale in tono.

  2. Il top con le maniche corte che scopre la pancia: rosae rosarum in versione celeste su fondo blu, da abbinare ad un paio di short per camminare in spiaggia o ad una pencil skirt per passeggiare in città.

  3. Il completo (panta palazzo più top con spacchi laterali) a tinte forti: un mix energetico di rosso, blu, verde, giallo e molto altro ancora per il due pezzi coordinato che, una volta indossato, sembra una tuta o un abito. Solo per donne decise.

  4. L’abito lungo con fiori tropicali che sbocciano su una fantasia zebrata: da portare da mattina a sera, con zeppe rosse o nere e clutch in stampa leopardo come la mini cintura.

  5. Il chiodo a fiori: un’alternativa romantica al classico, aggressivo chiodo in pelle nera.

Se questi sei capi non Vi bastano per creare nuovi outfit di primavera, andate in città, scoprite le vetrine degli store di lusso e delle catene low cost.... ricche di capi e accessori floreali.

La caccia ai fiori è aperta!

Ogni fiore è un’anima che sboccia nella Natura. (Gérard de Nerval)

Immagini di LG (Diritti riservati)

#capidonnaafiori #accessoridonnaafiori #abitiflorealidonna #accessoriflorealidonna #comeindossarecapifloreali #camicieflorealidonna

36 visualizzazioni

 October 2016 by Valeria Prisco